News
LOVE DESIGN® (novembre 13, 2017 3:17 pm)
Teatro Out Off: Una Promessa d’Amore (novembre 13, 2017 3:14 pm)
LE MOSTRE IN AGENDA – Novembre 2017 (novembre 11, 2017 11:23 am)
Presentazione del libro “Seidimano” (ottobre 31, 2017 4:01 pm)

 Gabriella Magnoni Dompé: una donna straordinaria

di Miki Solbiati
Vacanze 2016

Vacanze 2016

Gabriella Magnoni Dompé, vive e lavora a Milano,  è una donna bellissima e straordinaria da sempre e per sempre, di grande successo, protagonista sul lavoro e nella vita milanese come opinion leader, in primo piano anche negli eventi della sua città natale dalla moda alla cultura alla beneficenza e non solo in questa metropoli. E’ inoltre una donna molto coraggiosa, che accetta le sfide e si reinventa sempre, c’è molto da imparare da Gabriella.

Vive e lavora a Milano dunque, pur viaggiando molto anche per le sue attività e una delle sue città preferite è Dubai.

E’ un’ imprenditrice molto riuscita nel campo immobiliare, del real estate, ha ereditato il business di famiglia e lo porta avanti con grande impegno e ottimi risultati.

Gabriella è madre di una ragazza meravigliosa, Rosyana Dompé. Nella nostra intervista Gabriella appare  come una mamma affettuosa, un’ icona di stile come si vede in tutte le sue splendide foto con mise diverse, un habituè a tutte le prime della Scala dove sfoggia abiti in sintonia con l’opera e ogni 7 dicembre è intervistata oltre che per la sua eleganza anche per la sua competenza nella musica classica.
Nel 2012 ha condotto un programma televisivo dal titolo “Mamme in carriera” sul canale Easy Baby di Sky dove ha dato spazio a donne che sono il suo specchio.

E’ anche blogger di successo con altissimi ascolti, impegnata nella beneficenza e, come dicevo, presente agli eventi importanti della nostra città e non solo ma sempre con il sorriso sulle labbra, il suo grande cuore, la sua bellezza anche d’animo che convivono con un’intelligenza raffinata.

Gabriella Magnoni Dompé è un esempio per le donne di Milano e italiane, affronta la vita sempre con entusiasmo ed è capace di commuoversi quando ricorda la sua mamma, una signora splendida che ho conosciuto anch’io anni fà.

 www.gabriellamagnonidompe.it

I tuoi studi. 

Ho avuto un’educazione milanese. Tredici anni passati alle Orsoline di Viale Maino con diploma in liceo classico, poi Economia Aziendale in Bocconi con una laurea in analisi delle decisioni strategiche (il che mi corrisponde assai), in area finanza e successivamente un master taylor made basato sulla mia società nel settore immobiliare.

Il rapporto con Milano tua città natale che ti vede sempre in primo piano nelle occasioni più prestigiose, come vedi la tua città? ti sembra al passo con il futuro? in quale stagione la preferisci? 

Milano mi ha dato moltissimo e vorrei restituirle altrettanto. Amo la mia città, soprattutto in primavera quando fioriscono i meravigliosi giardini pensili e cortili interni. Milano è una città dal fascino discreto: si fa scoprire solo da chi veramente vuole. Vedo la mia città cambiare giorno dopo giorno ed allinearsi alle grandi capitali Europee ed alle maggiori città nel mondo: sta diventando sempre più internazionale. Anche lo skyline è cambiato. Si avvicina sempre più ad una commistione tra la vecchia New York anni ’80 che mi ha visto muovere i primi passi nel mio lavoro e Dubai che considero un laboratorio di idee innovative, a partire dall’architettura.

 

Prima della Scala, 7 dicembre 2016

Prima della Scala, 7 dicembre 2016

Sei un bravissimo imprenditore nel campo del real estate, ci parli per notonlymagazine.it di questo tuo importante lavoro? 

Le costruzioni sono da sempre unapassione di famiglia. Ma anche la moda. Un appartamento è come un vestito: bisogna saperlo adattare a chi lo vive. Ho estremizzato per farmi comprendere ma oggi il segreto del successo è l’elasticità, o la così detta architettura liquida.

Sei in primo piano alle prime della Scala sempre bellissima, elegantissima e raffinata conoscitrice di musica classica, come prepari il tuo look per questo evento di stagione in stagione? 

Quando si parla di look si ha la sensazione di riferirsi a qualcosa di frivolo. In realtà mi piace entrare ogni anno nel mood dell’opera non solo attraverso la musica ma anche attraverso la rappresentazione scenica. Per questo mi preparo sia sul compositore che sullo stilista, sia sulla partitura che sulla storia del vestito, sia sui cantanti che sui gioielli e le acconciature del periodo rappresentato, così che ogni dettaglio parli di me e dell’opera. Mi dicono che spesso ci riesco…

Dove trascorri le tue vacanze e visto che si avvicinerà l’estate qual è il tuo luogo di mare del cuore? 

Questa risposta è facile: la Sardegna. Siamo cresciute insieme dai mitici anni settanta a Porto Rotondo, a cui sono legata dal ricordo dolcissimo di mia mamma, all’attuale Porto Cervo dove trascorro le vacanze con mia figlia e gli amici.

Hai fatto la prefazione per un mio libro ‘Una stagione milanese” edito da Seferbooks, nel tuo meraviglioso guardaroba ci sono ancora capi anni ’80?  

Sì. Ma non li indosso. Li conservo con cura come ricordi del passato. Sono come un album di foto sotto forma di vestito.

Hai avuto esperienze televisive, penso al programma Mamme in Carriera. Com’è andata?

Condurre una trasmissione su un programma Sky è stata un’opportunità a cui non si poteva rinunciare. Da principio ero perplessa perché mi rendevo conto della notevole difficoltà che ciò comporta. È stata una sfida con me stessa anche per vincere la mia timidezza. Sono soddisfatta e molto orgogliosa per esserci riuscita. È stata una bellissima esperienza di network femminile che mi ha messo in contatto con donne stupende tanto diverse tra loro, con molte delle quali si è sviluppata una vera amicizia.

Hai una figlia meravigliosa, qual è il tuo rapporto con lei? 

Rosyana è la mia famiglia. Ho con lei un rapporto di mamma ma anche di confidente, non dico di amica. La sua grande passione è l’equitazione, che è una disciplina molto rigida e che richiede molto impegno. Penso che questo possa responsabilizzarla  e darle un valore da perseguire e che la fortifichi. In un’epoca di bullismo e cyberbullismo questo sport può essere un’ottima palestra di vita.

Sei molto impegnata in attività benefiche, quali sono le charity che appoggi?

Come sempre dico: a ogni fase di vita corrisponde una progettualità benefica. Solo partendo da una propria problematica si può veramente comprendere come risolverla e lottare per farlo. Ho iniziato ad occuparmi di anziani (Emergenza Anziani) in quanto avevo una mamma in età avanzata, quando sono diventata madre mi sono occupata di bambini (Casa Pediatrica Fatebenefratelli) e ora mi occupo di donne e di mamme con vari eventi e progetti (Fondazione Veronesi, Oxfam, Fondazione Rava e altri).


Quali sono secondo Gabriella Magnoni Dompé, icona di stile, i look per questi 3 ruoli: madre, imprenditrice, regina ad es. in un evento d’arte contemporanea? 

Con i ritmi frenetici di oggi l’ideale è variare gli accessori mantenendo lo stesso look, ovviamente ciò non è sempre possibile soprattutto qualora il dresscode richieda un outfit particolare. In ogni caso in questo momento di vita la mia predilezione va ad abiti semplici ma sofisticati come ad esempio quello bianco di Roberto Cavalli che indosso nello shooting F31.
All’ultima fashion week milanese mi hanno colpito i nuovi giovani designer, tra cui la tedesca Xenia Bous con i suoi bijoux; Situationist: brand disegnato da uno stilista georgiano, Irakli Rusadze, e Cristiano Burani, uno stilista reggiano vincitore del progetto new upcoming designer.

Bisogna in ogni caso tenere presente che è la personalità che rende giustizia all’ abito. L’importante è sentirsi a proprio agio in ogni situazione.

 

Lascia un commento