News
La scuola cattolica (ottobre 26, 2021 2:43 pm)
The Last Duel (ottobre 23, 2021 6:32 pm)
Marilyn ha gli occhi neri (ottobre 20, 2021 4:40 pm)
Maledetta primavera (ottobre 14, 2021 2:30 pm)
Ridatemi mia moglie (ottobre 10, 2021 11:14 am)
Titane (ottobre 7, 2021 4:51 pm)
Il Buco (ottobre 5, 2021 9:59 am)
Il silenzio grande (ottobre 3, 2021 5:30 pm)
Il matrimonio di Rosa  (ottobre 2, 2021 6:40 pm)
il SIlenzio Grande

Il silenzio grande

di Davide Foti

Napoli, anni Sessanta, Villa Primic: un tempo una lussuosa dimora con vista su Capri, ora vecchia e scricchiolante abitazione che sembra essere uscita da un racconto di fantasmi, per altro messa in vendita. Una decisione difficile e dolorosa per la signora Rosa Primic e condivisa dai due eredi Massimiliano e Adele. L’unico contrario è il capofamiglia Valerio, in realtà con un leggero appoggio dalla domestica diventata di famiglia, che si sente come nuovo o estraneo nella famiglia, scoprendo di non aver mai conosciuto davvero i suoi cari e forse nemmeno sé stesso.

Photo Credits: @Vision Distribution

L’intera narrazione gira attorno ai ricordi e le confessioni dei membri della famiglia che si presenta abbastanza anormale. Valerio è uno scrittore ortodosso che non vuole vendere la sua arte letteraria al cinema o alla televisione pur di guadagnare qualcosa; attaccato morbosamente ai libri e ai ricordi dentro il suo studio.

Photo Credits: @Vision Distribution

Rose, al contrario, è pragmatica rispetto alla stabilità economica della famiglia.

Photo Credits: @Vision Distribution

Nel film appaiono in contrapposizione, ma i due coniugi sono molto simili psicologicamente e anche dal punto di vista spirituale, perché mettono davanti il benessere materiale al valore familiare e i legami, al contrario dei figli Massimiliano e Adele.

Dopo aver diretto a teatro, con buon successo, l’omonimo testo di Maurizio de Giovanni, Alessandro Gassman decide di passare al grande schermo, cercando di portare un film d’altri tempi, ma con grande qualità sia tecnica che narrativa.

Regista Alessandro Gassmann

Photo Credits: @Vision Distribution

Aiutato da un cast che si mette in grande mostra: Margherita Buy, Massimiliano Gallo e soprattutto Marina Confalone, riescono a passare dal dramma alla comicità in modo naturale, appropriandosi del film. Loro raccontano la storia, comunicando con lo spettatore e facendogli scoprire i segreti nascosti del loro animo, mostrandosi specialmente attraverso gesti e movimenti. Riescono a raccontare la verità che era stata tenuta nascosta dalla soggettiva di Valerio: il film, infatti, sul finale fa capire che tutto ciò che era stato mostrato in realtà era filtrato da una visione non completa, che limitava l’essenza della narrazione. I sogni lucidi ricoprono una buona parte del mix tra sogno e realtà.

Lascia un commento