News
Andrea Zucchi – Remix Hermeticum (Aprile 10, 2024 12:55 am)
Nonna Carla (Marzo 20, 2024 9:14 am)
Dune – parte due (Marzo 15, 2024 1:39 pm)
Romeo è Giulietta (Marzo 15, 2024 1:38 pm)
Il Padrino (Marzo 6, 2024 9:31 am)
Night Swim (Marzo 6, 2024 8:48 am)
FEUD: Capote vs. the Swans (Febbraio 23, 2024 1:30 am)
Marco Filiberti, alle Sorgenti della Bellezza (Febbraio 11, 2024 2:51 pm)
Feud Capote vs the Swans

FEUD: Capote vs. the Swans

23 Febbraio 2024
289 Views
di Silvia Simonetti

Il ritorno dell’elitarismo femminile

Precisamente sette anni fa, uscì la prima stagione antologica Feud, Bette and Joan di Ryan Murphy con cast attoriale che sorprende e non delude mai, come Susan Sarandon nel ruolo di Batte Davis o Jessica Lange in Joan Crawford oppure Judy Davis, Jackie Hoffman, Alfred Molina, Stanley Tucci che interpretano ruoli fondamentali nel mondo del potere hollywoodiano.

Ritorna dopo una breve sosta filmica, la seconda stagione Capote vs. the Swans, sulla piattaforma streaming FX e disponibile in Italia su Disney +, dal 31 gennaio 2024 ma questa volta con volti e storie stellari, come lo scrittore vizioso e spavaldo Truman Capote ( Tom Hollander ), protagonista controverso. Quest’ultimo viene circondato, adulato dall’elegante perversione dei cigni: sei donne che ostentano con tutto il loro dominio intellettuale e fisico per avere il potere indipendente e femminile.

Feud

Il vero e originale Capote, fu uno scrittore che riuscì veramente a raccontare e reclamare la vita “ clandestina” dell’elitè newyorkese, con la pubblicazione nel 1978: Côte Basque ( i Cigni della Quinta Strada ) laddove ne descrisse minuziosamente ogni confessione, pregiudizio intimidatorio di queste donne che vengono capovolte, disertate e rilevate dallo scrittore.

Le regine dei laghi, sono Naomi Watts nel ruolo Babe Paley considerata dal Time nel 1941, una delle donne più eleganti del mondo ma non fu abbastanza, perché il suo desiderio più grande era raggiungere la vetta dell’alto elitarismo sociale newyorchese, procrastinandosi infedeltà e infelicità.

Ci riuscì, lavandosi le mani e il viso con saponette d’oro, anche Diane Lane con la sua Slim Keith, rinominata come California Girl, il suo desiderio? La presunzione e una spiccata cattiveria e maldicenza, una slealtà silente nei confronti del marito banchiere Kenneth Keith.

Molly Ringwald che interpreterà Joanne Carson, ai tempi conduttrice di un talk show e moglie del presentatore Johnny Carson del Tonight Show, intima fedele dello scrittore di Capote fino alla sua morte. Mentre Lee Radziwill La sorella minore di Jackie Kennedy interpretata da Calista Flockhart quest’ultima aspirava ad avere uno spirito narcisistico e volubile, il suo modus operandi le permise facoltosi clienti nelle società finanziare newyorchesi.

Un’altra figura dominante che ha sfoggiato il suo talento come scrittrice, stilista e cavallerizza, inserita nell’ International Best Dressed List Hall of Fame nel 1959, fu l’americana Lucy Douglas “C.Z.” Guest, che venne interpretata da Chloë Sevigny. La sua ambizione? Lo stile irraggiungibile ed ermetico, spesso in vesti chiare, dai drappeggi candidi, sposandosi sagacemente Winston Frederick Churchill Guest.

Infine rimane una delle donne più ricercate d’America, una sospettata dell’omicidio e sparatoria di suo marito l’erede bancario William Woodward Jr, laddove la rivista “ Life” la rinomina “ la sparatoria del secolo”, si chiamò Ann Woodward personificata da Demi Moore. Sarà stato cianuro o vendetta da parte della moglie ma alla fine che importa? Rimane scandalo.

Una propaganda elitaria laddove il benefattore è il culto della società mondana newyorkese, quest’ ultime raffiguranti sono inspiegabilmente intrecciate con il potere strategico, tra diversivi, tensioni e imboscate. Sarà uno sguardo dedicato al mondo femminile, forse il più desiderato ma attenzione a non farvi incantare dalla fatalità del potere che si maschera tra tirannia e malizioso annichilimento.

Lascia un commento