News
Nicola Santini (maggio 18, 2020 10:47 am)
Placido Domingo, cinquant’anni alla Scala (aprile 20, 2020 11:31 am)
Jojo Rabbit (aprile 20, 2020 9:35 am)
Villetta con ospiti (aprile 17, 2020 11:49 am)
The Place (aprile 6, 2020 10:49 am)
Perfetti sconosciuti (marzo 27, 2020 4:01 pm)

Il punto di vista dello spettatore: “Perfetti sconosciuti”

27 Marzo 2020
113 Views
di Miki Solbiati e Noemi Stucchi

Quando non c’è il grande schermo c’è la TV. In attesa delle nuove uscite al cinema, niente di più bello che riguardarsi un capolavoro della cinematografia italiana. Magari ormai un classico, datato 2016. Chissà come, alla seconda visione si capisce sempre qualcosa in più che al primo sguardo non avevamo colto.

Avevamo già visto Perfetti sconosciuti a teatro. In effetti lo sviluppo della trama tanto si presta ad una pièce teatrale. Un gruppo di amici seduto intorno a un tavolo per una cena e i nodi poco a poco vengono al pettine. Si passa dalla commedia alla tragedia in un attimo.

Una come tante, una cena intima con i soliti amici, quelli di sempre. Quelli con cui si può dire tutto, proprio tutto, perché tanto ci si conosce da una vita e man mano che la cena va avanti le cose si complicano tanto che, come suggerisce il titolo, i protagonisti scopriranno di essere a un raduno tra “perfetti sconosciuti”.

Alla fine tutto viene risolto da una veri eclissi di Luna. Tutti abbiamo dei segreti, vero. Ma cosa accade quando questi segreti vengono custoditi in un oggetto come il nostro cellulare? Ormai dipendenti dalla tecnologia, essa esercita la propria influenza sulle nostre vite.

Dentro a questa “scatola nera” che è il cellulare, così viene chiamato nel film, ormai scorre la nostra esistenza.  Se solo lo smartphone potesse parlare…

Un film divertente, privo di comicità demenziale, capace di farci riflettere sulle relazioni di coppia, sui tradimenti, sull’amicizia, sull’importanza di tenere un segreto. Un film che si sviluppa intorno a un tavolo senza grandi effetti speciali che nella sua semplicità riesce a parlare a chi guarda.

 

Lascia un commento