News
Tutti per Uma (giugno 12, 2021 9:11 am)
Sweet Tooth (giugno 10, 2021 8:08 am)
Il testimone invisibile (giugno 9, 2021 1:22 pm)
Francesca Bianchessi (giugno 9, 2021 12:48 pm)
Davide Foti (giugno 1, 2021 10:54 am)
Ludovico Riviera (giugno 1, 2021 10:27 am)
Arianna Di Perna (giugno 1, 2021 10:26 am)
sweet tooth, primo piano di Gus

Sweet Tooth

di Francesca Bianchessi

La serie Sweeth Tooth è un adattamento Netflix dell’omonimo fumetto scritto e disegnato da Jeff Lemire.
La storia racconta di Gus, un bambino di circa 9 anni che ha vissuto tutta la sua vita in un bosco con il padre, lontano dalla società. Questo perché Gus è un “ibrido”. Dopo un’epidemia globale che ha portato al collasso la società umana e sterminato gran parte della popolazione, sono nati gli ibridi, bambini nati da umani ma con caratteristiche animali, Gus ad esempio ha corna e orecchie da cervo.

Sweet Tooth, Gus neonato

SWEET TOOTH Episode 101 of SWEET TOOTH Cr. COURTESY OF NETFLIX © 2021

Siamo quindi in un mondo post-apocalittico e fin qui non ci sarebbe nulla di nuovo. Due dei prodotti di spicco in questo senso sono stati “The walking dead” e il libro “L’ombra dello scorpione” di King, per citarne un paio. La particolarità di Sweet Tooth è che arriva dopo una vera pandemia globale e non è poco: Netflix ha acquisito i diritti nel maggio del 2020 e ci ha portato una serie in cui riconoscerci. Certo, la pandemia della serie è stata infinitamente più devastante di quella reale, ma non faticherete ad identificarvi nei gesti dei protagonisti. L’ansia del respirare in luoghi pubblici, le infinite igienizzazioni, le persone che non ci credono e quelle che ci credono troppo. In questo mondo dopo la fine, gli ibridi sono considerati causa della malattia (chiamata Afflizione), cacciati o semplicemente temuti.

SWEET TOOTH (L to R) NEIL SANDILANDS as GENERAL ABBOT in episode 106 of SWEET TOOTH Cr. COURTESY OF NETFLIX © 2021

Questo mondo epidemico in cui ci riconosciamo rende la serie molto gradevole, anche più di prodotti precedenti proprio perché è cambiato il nostro approccio come pubblico al genere. Anche il fatto che, molto probabilmente, i toni siano stati un po’ smorzati rispetto alla controparte cartacea, la rende più godibile anche a chi non ama il fantasy o il genere post-apocalittico. Lemire, autore del fumetto, ci ha abituati a immagini molto più dure, con un tratto graffiato, quasi nervoso, e a personaggi molto sfaccettati in molte delle sue opere precedenti. Purtroppo non sono riuscita a leggere il fumetto, ma una lettura della trama, suggerisce i toni molto più delicati dello schermo.

SWEET TOOTH (L to R) CHRISTIAN CONVERY as GUS in episode 101 of SWEET TOOTH Cr. Kirsty Griffin © 2021

Questo non è un problema, è una cosa comune nelle trasposizioni e spesso è fatta anche con molto poco rispetto del materiale originale. Qui la storia scorre piacevolmente anche aiutata da una bella ricostruzione degli ambienti e ad una discreta fotografia. Il tutto supportato dalla tematica ambientale. La natura che si riprende i suoi spazi, addirittura l’epidemia di Afflizione che è vista da alcuni come una vendetta della natura nei confronti dell’uomo (anche questo peraltro è un argomento che ogni tanto ritorna parlando della “nostra” pandemia). Molti degli uomini rimasti però, non si arrendono alla nuova situazione e, ansiosi di riprendere il controllo sulle loro vite, agiscono come un esercito.

L'esercito di sweet tooth, fantasy post apocalittico della serie tv netflix

SWEET TOOTH (L to R) ANIMAL ARMY MEMBER, STEFANIA LAVIE OWEN as BECKY, MIA ARTEMIS as TIGER and ANIMAL ARMY MEMBER in episode 103 of SWEET TOOTH Cr. KIRSTY GRIFFIN/NETFLIX © 2021

Ecco il conflitto, classico nelle serie tv con protagonisti dei bambini o dei ragazzi. Molti personaggi si possono ricondurre a due categorie: chi è contro e chi e per il nuovo mondo. Molti degli adulti sopravvissuti vorrebbero ripristinare il vecchio mondo mentre le nuove generazioni hanno un approccio diverso.
Il finale lascia presagire l’arrivo di una seconda stagione, voci di corridoio la vorrebbero per la seconda metà del 2022, e vedremo come si svilupperà questo conflitto.
Nel mentre aspettiamo che Gus perda quella veste di ingenuità, solo in minima parte propria dell’infanzia, e diventi un bambino vero.

Lascia un commento