News
Io Sono Carla Pellegrini (dicembre 5, 2018 11:45 am)
Roberto Lepetit mostra “Fotomiraggi” (ottobre 22, 2018 11:13 am)
LE MOSTRE IN AGENDA Ottobre-Dicembre (ottobre 17, 2018 2:58 pm)
LE CICATRICI (ottobre 10, 2018 4:41 pm)

LE MOSTRE IN AGENDA Marzo – Aprile – Maggio 2018

31 marzo 2018
474 Views
di Erika Lacava

 

AOSTA

LUCI DEL NORD. IMPRESSIONISMO IN NORMANDIA
Forte di Bard
fino al 17 Giugno 2018
Monet, Renoir, Corot, Courbet, Delacroix, Gericault. Una mostra composta da oltre 70 opere, dedicata alla fascinazione degli impressionisti per la terra di Normandia, tra mare, vento e nebbia. A cura dello storico dell’arte Alain Tapié.

BERGAMO

RAFFAELLO E L’ECO DEL MITO
GAMeC
fino al 6 Maggio 2018
Un progetto della Fondazione Accademia Carrara in collaborazione con GAMeC e in coproduzione con Electa/Marsilio, la mostra propone un percorso attraverso la formazione e la fortuna di Raffaello proponendo una ventina di opere dell’artista urbinate affiancate a opere di Memling, Pinturicchio, Signorelli, fino a lavori del Novecento come quelle di Luigi Ontani, Picasso, Francesco Vezzoli, De Chirico…

BOLOGNA

ZHANG DALI – META-MORPHOSIS
Palazzo Fava
fino al 24 Giugno 2018

Oltre 200 opere tra graffiti e installazioni per la grande mostra dedicata all’artista cinese noto per aver introdotto per primo nella Cina post-maoista la tecnica dei graffiti.

BRESCIA

PICASSO, DE CHIRICO, MORANDI. 100 CAPOLAVORI DEL XIX E XX SECOLO DALLE COLLEZIONI PRIVATE BRESCIANE
Palazzo Martinengo
fino al 10 Giugno 2018

Cento opere, dal Classicismo al Concettuale, partendo dai pittori bresciani, passando per Boldini e Fattori, fino a Balla, Boccioni, De Chirico, Morandi, per concludere con Fontana, Burri e Manzoni.

GENOVA

PICASSO. CAPOLAVORI DEL MUSEO PICASSO DI PARIGI
Palazzo Ducale
fino al 6 Maggio 2018
Per l’artista che ha lasciato più profondamente il segno nella storia dell’arte contemporanea, una retrospettiva a partire dalle opere di ispirazione africana, fino alle bagnanti e ai celebri ritratti di donna degli anni successivi. In esposizione anche numerosi ritratti fotografici dell’artista nei suoi diversi atelier.

ANDRÉ KERTÉSZ. UN GRANDE MAESTRO DELLA FOTOGRAFIA DEL NOVECENTO
Palazzo Ducale
fino al 17 Giugno 2018
Un ampio percorso composto da 180 fotografie per esplorare un’epoca a cavallo tra Ottocento e Novecento con uno dei maggiori Maestri della fotografia

FERRARA

STATI D’ANIMO. ARTE E PSICHE TRA PREVIATI E BOCCIONI
Palazzo dei Diamanti
fino al 10 Giugno 2018
85 opere tra dipinti e sculture, tra Previati, Dante Gabriel Rossetti, Rodin, Pellizza da Volpedo, e i famosi “Stati d’animo” di Boccioni, in una particolare indagine dell’animo umano.

FIRENZE

STEFANO ARIENTI
Museo del Bargello
IN CHIUSURA: fino al 3 Aprile 2018
Un dialogo tra antico e contemporaneo: l’artista mantovano Stefano Arienti propone una rivisitazione della “Resurrezione di Cristo” di Giovanni della Robbia commissionata dalla famiglia del vino Antinori nel 1500, oggi di proprietà del Brooklyn Museum of Art di New York, riportata in Italia in occasione dell’Antinori art project.

MARIA LAI. IL FILO E L’INFINITO
Palazzo Pitti
fino al 3 Giugno 2018
Dopo la presenza dell’artista alla Biennale di Venezia e a Documenta di Kassel, una grande retrospettiva dal realismo lirico degli anni Quaranta, alle scelte informali dei tardi anni Cinquanta fino ai lavori polimaterici dei primi anni Sessanta e alle successive opere concettuali. Una mostra a cura di Elena Pontiggia.

1945-1969. NASCITA DI UNA NAZIONE
Palazzo Strozzi
fino al 22 Luglio 2018
70 opere, tra Guttuso, Manzoni, Fontana, Burri, per raccontare in arte l’Italia degli anni 1945-1969 nel vivace scontro tra figurazione e astrazione che ha caratterizzato quegli anni.

MILANO

L’ULTIMO CARAVAGGIO. EREDI E NUOVI MAESTRI
Gallerie d’Italia
IN CHIUSURA: fino all’8 Aprile 2018
Dopo la grande mostra dedicata al Caravaggio dal Palazzo Reale, Intesa San Paolo dedica un percorso che sii sviluppa attorno al capolavoro del Merisi, “Il Martirio di sant’Orsola” proveniente dalle collezioni della Banca, rientrato da Palazzo Reale alle Gallerie d’Italia. Il capolavoro è qui messo a confronto con l’opera realizzata da Bernardo Strozzi.

GIULIO PAOLINI. TEORIA DELLE APPARENZE
Galleria Fumagalli
IN CHIUSURA: fino al 14 Aprile 2018
Una piccola antologica composta da una decina di lavori per l’artista al confine tra Arte Povera e Concettuale. Paolini riflette fin dagli anni ’60 sulla travalicazione dello spazio visivo da parte della pittura, richiamandosi ai capolavori del passato e riproponendoli in chiave enigmatica e surreale.

KIMSOOJA – TO BREATHE – THE FLAGS
Galleria Raffaella Cortese
fino al 5 Maggio 2018
Una doppia esposizione per l’artista sudcoreana Kimsooja. La Galleria Raffaella Cortese dedica la sua quarta personale alla proiezione del video “To Breathe – The Flags” (2012) e all’installazione dal titolo “To Breathe – Zone of Nowhere” (2018) costituita da 12 bandiere. L’altra parte di mostra è ambientata negli spazi suggestivi della basilica di Sant’Eustorgio, nella Cappella Portinari: un altro progetto di affiancamento dell’arte moderna a quella contemporanea a cura di Giovanni Iovane.

GRAZIA VARISCO. SGUARDI DIVERTITI. OPERE SU CARTA (1970-2017)
Biblioteca dell’Accademia di Belle Arti di Brera
fino al 5 Maggio 2018
Dopo la mostra alla Triennale e alla Galleria Cortesi, anche l’Accademia di Brera rende omaggio agli 80 anni di Grazia Varisco con una selezione di opere grafiche realizzate dagli anni Settanta ad oggi. Dal 1982 al 2007 Grazia Varisco ha insegnato “Teoria della percezione e psicologia della forma” all’Accademia di Belle Arti di Brera.

ITALIANA. L’ITALIA VISTA DALLA MODA
Palazzo Reale
fino al 6 Maggio 2018
Un percorso nella storia della moda italiana che coinvolge necessariamente anche l’arte. Troviamo così, accanto alle fotografie di Oliviero Toscani, opere di Luigi Ontani, Pistoletto, Boetti, Vanessa Beecroft, Vezzoli e Cattelan.

MUDEC, Museo delle Culture
fino al 3 giugno 2018
Un’esposizione di oltre 100 lavori dell’artista messicana, per una lettura inedita del suo lavoro, esponendo oltre 100 opere provenienti dalle due più importanti e ampie collezioni di Frida Kahlo al mondo, Olmedo e Gelman, da musei internazionali e da Casa Azul, la dimora messicana di Frida Kahlo e Diego Rivera.

ALBRECHT DÜRER E IL RINASCIMENTO FRA LA GERMANIA E L’ITALIA
Palazzo Reale
fino al 24 giugno 2018
Un confronto tra l’arte di Dürer e i grandi maestri suoi contemporanei del Nord Italia, tra Milano e Venezia attraverso disegni, incisioni, dipinti e grafica. Affiancano la produzione di Albrecht Dürer i lavori di Lucas Cranach, Giorgione, Giovanni Bellini, Lorenzo Lotto.

ORHAN PAMUK. AMORE, MUSEI, ISPIRAZIONE. IL MUSEO DELL’INNOCENZA
Museo Bagatti Valsecchi
fino al 24 giugno 2018
Il Museo dell’innocenza nasce nel romanzo “Il Museo dell’innocenza” (Einaudi) di Orhan Pamuk. Successivamente lo scrittore premio Nobel per la letteratura realizza realmente il museo a Istanbul, un insieme di oggetti di uso comune che ricostruiscono le memoria della storia d’amore dei personaggi del racconto. Ora il museo si sposta a Milano al Museo Bagatti Valsecchi, uno dei musei citati nel romanzo, con l’esposizione di 29 vetrine provenienti proprio dal museo di Istanbul.

POST ZANG TUMB TUUUM. ART LIFE POLITICS: ITALIA 1918-1943
Fondazione Prada
fino al 25 Giugno 2018
Una mostra a cura di Germano Celant, che esplora il sistema dell’arte italiana nel periodo tra le due guerre attraverso il contesto storico, sociale e politico in cui le opere sono state create e percepite dal pubblico a loro contemporaneo. Una mostra particolarissima, realizzata in collaborazione con archivi, musei, fondazioni e collezioni private che hanno fornito oltre 600 documenti tra fotografie, manifesti, disegni, progetti, arredi dell’epoca.

SEGNO, FORMA E COLORE DEL NOVECENTO ITALIANO – OPERE SU CARTA
Castello Sforzesco
fino al 1° Luglio 2018
200 opere tra disegni, stampe, litografie, carte, libri d’artista, tratte dalle Raccolte Civiche del Comune di Milano e dalla collezione di Intesa San Paolo. Dal futurismo alle opere metafisiche, dall’astrattismo all’arte povera e concettuale, sono presenti opere su carta di Boccioni, Morandi, Wildt, Previati, Turcato, Paolini, Burri….

IMPRESSIONISMO E AVANGUARDIE. CAPOLAVORI DAL PHILADELPHIA MUSEUM OF ART
Palazzo Reale
fino al 2 Settembre 2018
Una mostra dedicata ai capolavori del Philadelphia Museum of Art, inaugurato alla fine dell’Ottocento, che ha raccolto negli anni importanti donazioni. Una selezione di 50 opere, tra dipinti e sculture, dai paesaggi di Monet fino alle sperimentazioni di Picasso e Kandinsky.

REGGIO EMILIA

SALLY ROSS. PAINTING PIECE-BY-PIECE
Collezione Maramotti
fino al 29 Luglio 2018
Cinque grandi “combines” dell’artista americana Sally Ross recentemente acquisiti dalla Collezione Maramotti. Collage materici fatti di assemblamenti di pattern e materiali già esistenti, in cui si notano le righe delle lenzuola o gli intrecci di una sedia da giardino. Il tutto in tonalità sobrie, dal bianco, al marrone, al grigio.

ROMA

LOOKING FORWARD. OLIVETTI: 110 ANNI DI IMMAGINAZIONE
Galleria Nazionale d’Arte Moderna
fino al 1° Maggio 2018
In collaborazione con l’Archivio Storico Olivetti, una mostra che ripercorre i 110 anni di storia della fabbrica Olivetti, dalla prima lettera d’amore scritta a macchina da Camillo alla moglie ai ritratti delle donne operaie di Ugo Mulas.

CITAZIONI PRATICHE. FORNASETTI A PALAZZO ALTEMPS
Palazzo Altemps
fino al 6 Maggio 2018
Le stanze storiche di Palazzo Altemps entrano in relazione con le decorazioni d’interni e gli oggetti creati da Piero Fornasetti e da suo figlio Barnaba, tra disegni, mobili e accessori.

MONET. CAPOLAVORI DAL MUSÉE MARMOTTAN
Complesso del Vittoriano
PROROGATA fino al 3 Giugno 2018
Dalle caricature della fine degli anni 50 dell’800, passando per i paesaggi rurali e urbani di Londra e Parigi, fino ai ritratti dei figli e alle tele dedicate ai fiori del suo giardino, una mostra che raccoglie oltre 60 opere del padre dell’Impressionismo.

LIU BOLIN – HIDING TO KNOW – THE INVISIBLE
Vittoriano
fino al 1° Luglio 2018
Artista cinese trattato in Italia dalla galleria Boxart di Verona, Liu Bolin espone al Vittoriano sorprendenti autoritratti in cui il suo corpo si mimetizza, camaleontico, sullo sfondo di un monumento o di un paesaggio urbano, tra scatti politici e le icone classiche italiane.

NAPOLI

IO DALÌ
Palazzo delle Arti di Napoli PAN
fino al 10 Giugno 2018
Una mostra dedicata alla figura di Salvador Dalì esplorata attraverso dipinti, disegni, video, fotografie e riviste che ricreano il percorso attraverso cui l’artista ha creato il proprio personaggio.

LA TROTTOLA E IL ROBOT. TRA BALLA, CASORATIE CAPOGROSSI
Palazzo Pretorio, Pontedera (PI)
IN CHIUSURA: fino al 22 Aprile 2018
Giochi d’infanzia o opere d’arte? Oltre 100 lavori di artisti italiani attivi tra la fine dell’Ottocento e gli anni ’80 del Novecento sono esposti accanto alla collezione di giocattoli d’epoca del Comune di Roma.

PRATO

MARK WALLINGER MARK
Centro Pecci
fino al 3 Giugno 2018
Il Centro Pecci dedica all’artista inglese, vincitore del Turner Prize, la prima mostra personale in Italia. Tra sculture, fotografie e installazioni, la mostra offre un percorso completo delle principali opere dell’artista.

TORINO

RENATO GUTTUSO. L’ARTE RIVOLUZIONARIA NEL CINQUANTENARIO DEL ’68
GAM
fino al 24 Giugno 2018
In collaborazione con l’Archivio Guttuso, una mostra che riconsidera il legame tra pittura e impegno politico e civile dell’artista siciliano, con circa 60 opere tra gli anni Trenta e gli anni Settanta.

FILIPPO DE PISIS. ECLETTICO CONNOISSEUR FRA PITTURA, MUSICA E POESIA
Museo Ettore Fico
IN CHIUSURA: fino al 22 Aprile 2018
Una mostra di circa150 opere del pittore e scrittore ferrarese Filippo de Pisis sul suo rapporto con le fonti pittoriche del presente e del passato.

TRENTO

REALISMO MAGICO. L’INCANTO NELLA PITTURA ITALIANA DEGLI ANNI VENTI E TRENTA
Mart di Rovereto
IN CHIUSURA: fino al 2 Aprile 2018
Prima tappa dell’esposizione che approderà nel 2018 all’Ateneum Art Museum di Helsinki e al Museum Folkwang di Essen, la grande mostra della stagione invernale del Mart ripercorre le vicende del Realismo Magico in Italia attraverso una selezione di capolavori pittorici provenienti da importanti collezioni pubbliche e private. Catalogo Electa.

VENEZIA

THE ELECRIC COMA
V-A-C Foundation, Palazzo delle Zattere, Dorsoduro
IN CHIUSURA: fino al 31 Marzo 2018
Una mostra dedicata ai mutamenti di linguaggio dovuti all’avvento della tecnologia, tra videoinstallazioni, bracci robotici, archivi infiniti e le ormai famose opere a plotter, con errori di stampa, di Wade Guyton.

CANOVA, HAYEZ, CICOGNARA
Gallerie dell’Accademia
IN CHIUSURA: fino al 2 Aprile 2018

Per i 200 anni delle Gallerie dell’Accademia, un’esposizione di 130 opere tra dipinti, sculture, disegni, libri, che si espande nella collezione permanente ai piani superiori, ruotando attorno a tre personaggi chiave: il conte Francesco Leopoldo Cicognara, presidente dell’Accademia, Canova e Francesco Hayez.

MARINO MARINI. PASSIONI VISIVE
Collezione Peggy Guggenheim
fino al 1° Maggio 2018
Oltre 70 opere per la prima retrospettiva dedicata a Marino Marini con un progetto espositivo che mette a confronto le sue sculture con quelle dei secoli passati e di altri artisti del Novecento.

LA STANZA DI ZURIGO. OMAGGIO A ZORAN MUŠICˇ
Palazzo Fortuny
fino al 23 Luglio 2018
La “stanza di Zoran” è un affresco realizzato da Mušicˇ per una villa a Zollikon, nei pressi di Zurigo. L’affresco viene restaurato, staccato e ora esposto a Palazzo Fortuny come elemento centrale di una mostra-omaggio al suo autore, affiancato da un’ampia selezione di opere realizzate tra il 1947 e il 1953.

VARESE

KEROUAC. BEAT PAINTING
MAGA
Gallarate
IN CHIUSURA: fino al 22 Aprile 2018
Non tutti conoscono il lato artistico del padre della Beat Generation. Il Maga presenta dipinti e disegni della produzione dello scrittore, dai ritratti di Truman Capote a quelli del futuro papa Paolo VI, accanto a una selezione di fotografie scattate da Robert Frank e Ettore Sottsass e a una video-intervista di Fernanda Pivano. Catalogo Skira.

VICENZA

VAN GOGH. TRA GRANO E CIELO
Basilica Palladiana
IN CHIUSURA: fino all’8 Aprile 2018
Una mostra monumentale a cura di Marco Goldin con 43 dipinti e 86 disegni, dagli inizi trascorsi dall’artista nelle campagne olandesi e nelle miniere del Belgio, fino ad Anversa dove frequenta l’Accademia di Belle Arti, fino al definitivo approdo in Francia, prima a Parigi e poi ad Arles e Auvers-sur-Oise.
Oltre 120 opere per la mostra curata da Marco Goldin.

Lascia un commento