News
Guido M. Locati (luglio 18, 2019 4:36 pm)
Eleonora Attolico (luglio 12, 2019 5:26 pm)
CICATRICI alla GAM di Catania (luglio 11, 2019 11:02 am)
Massimiliano Forleo (luglio 10, 2019 5:57 pm)
MUSICA È: Mario Riso (luglio 10, 2019 9:44 am)
Ma cosa ci dice il cervello (luglio 3, 2019 11:05 am)
Il riso fa bene. Provatelo (luglio 3, 2019 11:04 am)
Esh Gallery: una ricerca orientale (luglio 3, 2019 11:01 am)

Shiatsu Break

26 Marzo 2018
577 Views
di Ilaria Mozzambani

Emicranie, cervicali, mal di schiena, insonnia, malattie psicosomatiche. Tutti sintomi di una vita sotto pressione e pervasa da stress. Il lavoro sedentario sembra esserne una delle cause principali, per le posture scorrette davanti ai computer, alla guida o alle casse di un supermercato. Secondo recenti studi tutto questo influenza negativamente psiche e produttività dei lavoratori. Da diversi anni, l’ Unione Europea obbliga le aziende a valutare il livello di stress lavorativo e intervenire in caso si presenti.

Ecco allora un valido aiuto: lo shiatsu. Pratica millenaria che nasce in Giappone, ma fonda i suoi principi sulla medicina tradizionale Cinese, lo shiatsu serve a ristabilire l’ equilibrio psico-fisico, aiutando a sostenere i problemi esterni e a gestire lo stress.

Nella medicina orientale,  il macrocosmo universo e il  microcosmo uomo sono strettamente correlati e si influenzano  a vicenda. L’energia vitale presente in ogni cosa, si esprime  attraverso sei energie climatiche: freddo, umidità, vento,  secchezza, calore, fuoco. Il corpo deve continuamente adattarsi  ai cambiamenti del macrocosmo facendo sì che le sue energie  interne restino in sintonia con quelle esterne.

Lo shiatsu agisce sul corpo tramite pressioni perpendicolari con mano, gomito e ginocchio, mantenute e costanti. La pressione è esercitata sugli stessi punti dell’ agopuntura, che costituiscono la struttura energetica dell’essere umano.

Tramite questo agire, si  armonizza il CHI, l’ energia nell’essere umano, stimolando un riequilibrio energetico che interessa sia il  corpo fisico sia gli aspetti psichici ed emozionali. Nell’arco  del trattamento la persona rilascia le tensioni accumulate, riuscendo ad armonizzare la sua natura interna e la sua relazione con l’ambiente esterno.

Negli stati uniti e in Europa già numerose aziende che hanno inserito lo shiatsu sulla sedia nei loro programmi di well-being aziendale. In Italia non è ancora molto diffuso, ma la passione e l’esperienza, e la voglia di condividere questa tecnica meravigliosa, ha spinto le due co-fondatrici, entrambe Operatrici shiatsu e Moxa professioniste, iscritte alla FISIEO (Federazione Italiana Shiatsu Insegnanti e Operatori),  a creare Shiatsu Break.

Laura Vernocchi appassionata alla Medicina Tradizionale Cinese grazie alla pratica delle Arti Marziali, si diploma alla scuola triennale HAKUSHA Milano. La ricerca e lo studio della Medicina orientale viene costantemente alimentato da corsi di aggiornamento e dalla pratica e dall’insegnamento delle arti marziali cinesi, è infatti Istruttrice di TAI CHI CH’UAN e SHAOLIN (Cintura nera 1° chieh).

Nathalie Durand, praticante di Raja yoga da più di 20 anni e socia dell’Associazione Internazionale Ricerca Yoga, pratica Zazen, ha partecipato a numerosi seminari di meditazioni e di studio dei testi vedici.  Incuriosita dalla diversa modalità per entrare in contatto con gli altri che propone lo shiatsu decide di conseguire il diploma di operatrice shiatsu presso Centro Studi shiatsu e Moxa Hakusha di Milano, scuola accreditata dalla Fisieo. Da allora, appassionata dalla medicina tradizionale cinese e dallo shiatsu completa la sua formazione con diversi master di specializzazione e seminari.

 Il trattamento di shiatsu sulla sedia dura 20 min, il tempo di una pausa caffè,  è adatto a tutti e non ha controindicazioni ha per obiettivo l’eliminazione delle tensioni psicofisiche e il rilassamento.

Si pratica in spazi ridotti, persino in uno spazio comune, perché si riceve comodamente vestiti su una sedia ergonomica  studiata appositamente.

E’ poco oneroso e rispettoso dell’ambiente

Lo Shiatsu in ufficio sulla sedia, diventa  una soluzione semplice, efficace ed economica contro lo stress lavoro correlato.

In pochi minuti, la persona ritrova energia, benessere e serenità. Le tensioni muscolari del collo, della schiena e delle spalle  risultano alleviate. I benefici sono molteplici e dimostrati da vari studi: maggiore attenzione e concentrazione, aumenta la vitalità e migliora le prestazioni lavorative e migliora i rapporti interpersonali.

Iniziare cicli di trattamenti shiatsu sulla sedia, significa dare l’opportunità ai propri dipendenti di eliminare lo stress, migliorare e rafforzare le  relazioni interpersonali e di conseguenza risanare l’ambiente di  lavoro.

Che dire? Assolutamente da provare!

www.shiatsubreak.com

Lascia un commento