News
FEUD: Capote vs. the Swans (Febbraio 23, 2024 1:30 am)
Marco Filiberti, alle Sorgenti della Bellezza (Febbraio 11, 2024 2:51 pm)
Tutti tranne te (Febbraio 5, 2024 9:23 am)
Fabio Volo, Tutto è qui per te (Gennaio 30, 2024 3:35 pm)
Enea – soltanto Enea (Gennaio 18, 2024 11:40 am)
Britney Spears the woman in me (Gennaio 16, 2024 3:28 pm)
Le ossa dei Caprotti (Dicembre 29, 2023 2:14 pm)
Jeff Koons. Un ritratto privato (Novembre 26, 2023 4:37 pm)
Taxi Driver (Novembre 15, 2023 6:39 am)

Jeff Koons. Un ritratto privato

26 Novembre 2023
157 Views

di Silvia Celesti

Jeff Koons

@Nexo Digital

È stato presentato alla diciottesima edizione della Festa del Cinema di Roma, nella sezione Freestyle, il documentario di Peppi Corsicato – tra cui L’arte viva di Julian Schnabel, Pompei. Eros e MitoJeff Koons. Un ritratto privato, prodotto da Nexo Digital per il progetto la Grande Arte al Cinema e che ritroverete prossimamente su SkyArte.

Pappi Corsicato

Nella foto Pappi Corsicatoe.
Foto di Gianni Fiorito
@NexoDigital
E’ obbligatoria la menzione dell’autore- fotografo: Gianni Fiorito.

Il marchio Koons

Il film racconta le dinamiche di quel fenomeno tanto artistico, quanto commerciale e sociale che ha molto a che vedere con gli equilibri che regolano il mercato dell’arte contemporanea e che determina l’ascesa o meno di un’artista, la svolta verso la consacrazione iconica, la figura dell’artista come marchio vivente.

Jeff Koons

@Nexo Digital

Attraverso un viaggio spaziale tra Stati Uniti, Europa e Quatar, Corsicato ci racconta i quarant’anni di carriera di Koons, dalla vita di periferia degli anni ’50 in Pennsylvania, dove vive ancora oggi insieme alla moglie e ai sei figli, alla sua precedente professione da broker di Wall Street e assistente dell’artista Ed Paschke fino alla svolta degli anni ’70, la trasformazione in superstar degli anni ’80, il raggiungimento dello status di icona internazionale, i prezzi d’asta record da Christie’s.

@Nexo Digital

L’artista neo-pop che fa del gusto kitsch per gli oggetti d’uso quotidiano la sua cifra, che cavalca lo spirito del tempo con i suoi Balloon Dog, Ballon Rabbit, Puppy e le sue coloratissime e scintillanti opere si racconta e viene raccontato a più voci da parenti – moglie, sorella e figli – critici, galleristi, studiosi, artisti, alcuni di questi nomi sono Andy Moses, Julian Schnabel, Linda Yablonsky, Jeffrey Deitch, Norman Rosenthal, Massimiliano Gioni.

@Nexo Digital

Filmati d’archivio, interviste e cinegiornali per capire molto di quello che ai giorni nostri lega a doppio filo arte, cultura di massa e iperproduzione. Cosa caratterizza la consacrazione di Koons – così come di altre celebri figure del panorama dell’arte oggi – qual è il suo processo creativo e produttivo, quale la differenza o la sovrapposizione tra artista e marchio, come incide nella popolarità il fenomeno tanto diffuso del culto della celebrity, quali le conseguenze e quale ruolo, in questa direzione, va alla gestione di strategie comunicative, di marketing e di produzione di forte impronta industriale e, domanda cardine, perché il kitsch sempre più si rivela affine allo spirito del nostro tempo? Domande e risposte che si susseguono nel film, allargando la propria analisi dal caso Koons allo scenario attuale.

Lascia un commento