Il punto di vista dello spettatore. Qualcosa di nuovo

4 Marzo 2021
82 Views
di Micaela Solbiati e Noemi Stucchi

«Piangi sul passato che non tornerà mai più». Così canta nel film Paola Cortellesi interpretando un famoso pezzo di Fred Buscaglione, “Donna di nessuno”.

Foto di Claudio Iannone / © Cattleya 2015 © 01Distribution

Qualcosa di nuovo è una storia di due amiche, diverse ma in fondo molto simili, che decidono di andare avanti.
Come? Con qualcosa di nuovo, a modo loro.

Qualcosa di nuovo” potrebbe essere l’amore per una persona più anziana, la sindrome del papà oppure l’amore per un fratello coetaneo.
Potrebbe essere l’amore di uno più giovane come nel film Qualcosa di nuovo dove due donne agli opposti ma non troppo, Micaela Ramazotti spregiudicata e Paola Cortellesi più contenuta e riservata si innamorano dello stesso ragazzo di vent’anni meno di loro. È questa la sindrome di Peter Pan. Con un finale a sorpresa, stavolta vince la maggiore età delle donne.

Divertente e dall’aria scanzonata, Qualcosa di nuovo riesce a toccare qualcosa di più profondo.
Un film che si lascia vedere tra una risata e l’altra ma che andrebbe visto soprattutto per la bravura delle attrici.
Come non dirlo, lei è Paola Cortellesi: una professionista.

Foto di Claudio Iannone / © Cattleya 2015 © 01Distribution

Amiamo Micaela Ramazzotti, spontanea e divertente. Ha interpretato anche Gemma nel film “Gli anni più belli” di  Muccino, ne abbiamo parlato qui.

Foto di Claudio Iannone / © Cattleya 2015 © 01Distribution

Lascia un commento